Roberto Sciarrone direttore responsabile
E’ nato a Messina il 17/02/1981. Ricercatore in Storia dell’Europa orientale presso il Dipartimento di Storia Culture Religioni di Sapienza Università di Roma, ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia d’Europa nel 2013. Si occupa di politica estera italiana dall’Unità alla Seconda guerra mondiale e di storia militare, ha pubblicato monografie e numerosi saggi su riviste scientifiche nazionali e internazionali. Tra le monografie: Strategie militari franco-tedesche a confronto (1905-1913), Nuova Cultura, Roma, 2013; La Repubblica di Weimar nei documenti del Servizio Informazioni Militare, Nuova Cultura, Roma, 2013; L’Italia nella Triplice Alleanza. Politica e sistema militare, Aracne Editrice, Roma, 2014; I Bulgari e la Bulgaria in Europa, Aracne Editrice, Roma, 2014; L’Impero ottomano e la Grande Guerra, Il carteggio dell’addetto militare italiano a Costantinopoli (1914-1915), Nuova Cultura, Roma, 2015 e La Primavera dei Popoli. La rivoluzione siciliana del 1848, Edas, Messina, 2016. È iscritto all’Albo dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio (2016), collabora con l’Archivio dell’Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell’Esercito (AUSSME), è inoltre membro dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, della Società Italiana di Storia Militare (SISM) e della Società Messinese di Storia Patria. Collabora con Scienze e Ricerche, Rivista Militare, Il Nodo di Gordio, Geopolitica.info, Paese Italia Press e America Oggi. Svolge attività di ufficio stampa per l’ateneo Unitelma Sapienza di cui è assistente esecutivo del Rettore.

 

Regina Resta presidente Verbumlandiart, poetessa
E’ nata a Castellammare di Stabia (Na) il 20 giugno 1955. Operatrice nella segreteria della Caritas Diocesana Nardò-Gallipoli, uffici della curia.  Scrive su diversi siti di letteratura, anche in inglese. Ha collaborato con la webtv myboxtv di Galatone, con la rubrica di arte e cultura “Verbumlandia” ideata e condotta da lei. Ha pubblicato alcune sue opere su riviste culturali nazionali e internazionali. Vincitrice di numerosi Premi e riconoscimenti nazionali ed internazionali. Ha ricevuto come riconoscimento il Premio alla Cultura al Premio Juan Montalvo nel 2015 e il Premio della Critica 2016 al Premio Internazionale di Poesia per la Pace Universale ‘Frate Ilaro del Corvo’ di cui è ambasciatrice di pace. Il Premio “Salento Donna” 2019 dall’associazione onlus Sunrise. Encomio alla cultura dall’Università Popolare Federiciana. Premio alla cultura al Festival della Mesopotamia 2019” di Sabah Al-Zubeidi (Iraq – Serbia). Ha scritto tre sillogi pubblicate da Mariano Comunicazione di Giancarlo Danieli.
“Graffi di vita” (2009)
“L’ultimo sogno” (2010)
“Amore…a chilometro zero”(2011)
Ha pubblicato
“Al mercatino delle pulci” Edit Santoro 2013
“L’Amore è passeggero” EditSantoro 2015
“Voglia di avere Voglia” tradotto da Mirjana Dobrilla e pubblicato in Serbia dalla rivista Majdan 2016
“Essere me stessa” tradotto da Mirjana Dobrilla e pubblicato in Serbia da Zlatomir Jovanovic 2019.
Autrice di recensioni di numerosi autori italiani e stranieri. Fondatrice, ideatrice e Presidente dell’Associazione Internazionale VerbumlandiArt con la quale ha realizzato numerosi eventi culturali di arte e poesia. Il premio più prestigioso, con il riconoscimento della medaglia del Presidente della Repubblica, è il Premio “Città del Galateo – Antonio De Ferrariis”. Presidente di Giuria PREMIO “SINFONIE POETICHE” I EDIZIONE. Membro di Giuria Premio Letterario Internazionale “Napoli Cultural Classic” XIV e XV Edizione. Presidente di Giuria della I EDIZIONE DEL PREMIO INTERNAZIONALE DI POESIA E NARRATIVA DEDICATO ALLA POETESSA “NIKA GEORGIEVNA TURBINA”. Premio Internazionale per la  Cultura dal World Pictorial Poetry Forum dalla Giuria presieduta da Sethi Krishan Chand (India) 2020 gennaio.

 

Goffredo Palmerini giornalista, scrittore
Nato a L’Aquila nel 1948, è giornalista e scrittore. E’ stato dirigente delle Ferrovie dello Stato nel settore commerciale dell’esercizio. Per quasi trent’anni amministratore della Città capoluogo d’Abruzzo, fino al 2007, è stato più volte assessore e Vice Sindaco dell’Aquila. Scrive su giornali e riviste in Italia e sulla stampa italiana all’estero. Suoi articoli sono ospitati su molte testate in Argentina, Australia, Belgio, Brasile, Canada, Cile, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Lussemburgo, Messico, Perù, Repubblica Dominicana, Spagna, Stati Uniti, Svezia, Svizzera, Sud Africa, Uruguay e Venezuela. E’ in redazione presso numerose testate giornalistiche in Italia e, come collaboratore e corrispondente, sulla stampa italiana all’estero – America Oggi (Usa), La Gazzetta (Brasile), i-Italy (Usa), La Voce (Canada), La Voce d’Italia (Venezuela), Mare nostrum (Spagna), L’altra Italia (Svizzera), La Voce alternativa (Gran Bretagna). Collabora inoltre con le Agenzie internazionali AiseInformComUnica. Ha pubblicato i volumi “Oltre confine” (2007), “Abruzzo Gran Riserva” (2008), “L’Aquila nel Mondo” (2010), “L’Altra Italia” (2012), “L’Italia dei sogni” (2014), “Le radici e le ali” (2016), “L’Italia nel cuore” (2017), “Grand Tour a volo d’Aquila” (2018). Nel 2008 gli è stato tributato il Premio Internazionale “Guerriero di Capestrano” per il contributo reso alla diffusione della cultura abruzzese nel mondo. Nel 2014 conferiti il Premio Roccamorice, per la promozione e diffusione della Cultura, e a Lecce il Premio Speciale “Nelson Mandela” per i Diritti Umani, nel 2016 a Galatone il Premio alla Carriera e nel 2019 a Montefiore Conca il Premio alla Cultura. Vincitore nel 2007 del XXXI Premio Internazionale Emigrazione per la sezione Giornalismo, gli sono poi stati tributati, sempre per l’attività giornalistica: il Premio internazionale “Gaetano Scardocchia” (2017) con Medaglia del Presidente della Repubblica, il Premio Giornalistico Nazionale “Maria Grazia Cutuli”(2017), il Premio internazionale “Fontane di Roma” (2018) e il Premio internazionale a Letino.  Da molti anni svolge un’intensa attività con le comunità italiane all’estero. Studioso di emigrazione, è membro  del Comitato scientifico internazionale del “Dizionario Enciclopedico delle Migrazioni Italiane nel Mondo” (ed. SER – Fondazione Migrantes, 2014), per la quale opera è stato anche uno degli autori, e membro del Comitato scientifico dell’Associazione Mezzogiorno Futuro. E’ membro di prestigiose istituzioni culturali italiane.

 

Annella Prisco scrittrice, critico letterario, funzionario Regione Campania cultura
Manager della cultura ed esperta nel settore della comunicazione e delle relazioni pubbliche. Promotrice di presentazioni di autori e libri. Relatrice a convegni su tematiche culturali e di attualità, presentatrice di autori col ruolo di relatrice e di critico letterario. Nel quinquennio 2005/2010 Consigliere d’Indirizzo della Fondazione Ravello. Collabora a quotidiani e periodici, con recensioni ed interviste a personaggi del panorama contemporaneo. Autrice di libri di cui i più recenti “Appuntamento in rosso” (Guida editori 2012) con cui nel novembre 2017 ha vinto il premio internazionale Mario Pannunzio a Torino per la narrativa  e “Girasoli al vento” (Guida editori – novembre 2018). Fa parte di varie giurie di premi letterari nazionali ed internazionali. Funzionario del settore cultura e spettacolo della Regione Campania. Vicepresidente del Centro Studi Michele Prisco, intitolato alla memoria del padre. Vicepresidente dell’Associazione Culturale Verbumlandiart che promuove convegni, mostre e premi letterari sul territorio nazionale ed internazionale.

 

Tiziana Grassi giornalista, scrittrice
E’ nata a Taranto, vive e lavora a Roma. Giornalista, laureata in Lettere Moderne, studiosa di emigrazione-immigrazione e di sociologia della comunicazione, autrice di programmi televisivi di servizio per gli Italiani all’estero a Rai International, consulente di programmi di cultura e cronaca per Rai1 e Rai2. In tema di migrazioni e di multiculturalismo collabora con testate nazionali e internazionali. Ha svolto e svolge la propria attività professionale in ambito di didattica e ricerca in Master presso il Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale, Sapienza Università di Roma; l’Università Cattolica “A. Gemelli” di Roma; la Lumsa di Roma; le Università di Teramo, Bari-Taranto, Macerata. Per la Società Dante Alighieri, ha collaborato alla programmazione scientifica della Prima Conferenza dei Giovani Italiani nel Mondo promossa dal Ministero degli Affari Esteri (Fao, Roma 2008). Tra i riconoscimenti per il giornalismo sociale: Premio internazionale “Globo Tricolore – Italian Women in the World all’eccellenza italiana nel Mondo” (2010); Premio internazionale “Nelson Mandela” per i diritti umani (2014); Premio internazionale “Giornalisti del Mediterraneo” (2015); Premio Internazionale “Italia Diritti Umani” – Free Lance International Press (2019). Dal 2015 è referente per la Comunicazione e la Stampa dell’INMP (Istituto Nazionale per la promozione della salute delle popolazioni Migranti e per il contrasto alle malattie della Povertà), centro di riferimento nazionale per le problematiche di assistenza sanitaria verso le popolazioni migranti e la povertà. L’ente, afferente al Ministero della Salute, è un’eccellenza riconosciuta best practice dall’OMS, Agenzia dell’ONU.  Tra le sue pubblicazioni: Dicono di Roma – 50 interviste per il terzo millennio (Palombi, Roma 2000); Noi bambini e la tv prima e dopo l’11 settembre (Stango, Roma 2002); Dicono di Taranto – Semiotica del territorio – Lontananza. Appartenenza. Percorsi (Provincia di Taranto-Ink Line, Taranto 2004); con Mario Morcellini (a cura di), La guerra negli occhi dei bambini – Le immagini televisive dei conflitti tra critica e proposta (Rai-Eri-Pellegrini, Roma-Cosenza 2005); con Catia Monacelli e Giovanna Chiarilli (a cura di) l’opera multimediale in dvd Segni e sogni dell’emigrazione – L’Italia dall’emigrazione all’immigrazione (Eurilink, Roma 2009); Anatomie degli Invisibili. Precari nel lavoro, precari nella vita (Nemapress, Alghero 2012); Taranto. Oltre la notte (Progedit, Bari 2013); eu-Calendario solidale L’Aquila+Taranto. Insieme oltre la notte (L’Aquila, 2013); Dizionario Enciclopedico delle Migrazioni Italiane nel Mondo, progetto e co/curatela (SER ItaliAteneo-Fondazione Migrantes, Roma 2014); L’accoglienza delle persone migranti. Modelli di incontro e di socializzazione, a cura di (One Group, L’Aquila 2019).

 

Fiorella Franchini giornalista, scrittrice
E’ nata a Napoli dove vive e lavora. Giornalista pubblicista, collabora con il quotidiano Il Denaro e pubblica con riviste e periodici specializzati tra cui Arte&arte, MardeiSargassi. Per oltre dieci anni è stata direttore editoriale del webmagazine napoliontheroad. Al romanzo d’esordio L’Orchidea Bianca (Il Girasole 1995) hanno fatto seguito I fuggiaschi di Lokrum ( Marotta 1998), Nanhai (Il Mezzogiorno editore 2002), I Fuochi di Atrani (Kairòs 2006) per i quali ha ricevuto importanti riconoscimenti in concorsi e premi letterari. Nel 2013 ha pubblicato undici interviste nell’antologia Donna è Anima (Savarese editore); nel 2014 il romanzo storico Korallion (Kairòs edizioni), nel 2018 Il Velo di Iside (edizioni Homo Scrivens).. Ha svolto attività di ufficio stampa e lezioni di giornalismo. E’ membro di giuria di premi e concorsi letterari, conduce presentazioni e incontri culturali.

 

Sergio Camellini psicologo, poeta
Poeta, psicologo, studioso di arte povera della civiltà e dei mestieri, ha alle sue spalle una onorata carriera letteraria, giustamente correlata di premi e riconoscimenti. Una produzione  artistica  continua  e feconda, che  parte  da  una  concezione  basilare: la parola è fondante, il “logos” ha in sé una potenza innata. Viene in mente il prologo del Vangelo di Giovanni: “In principio era il Verbo, il Verbo era presso Dio ed il verbo era Dio. Egli  era in principio presso  Dio:  tutto è stato fatto per mezzo di lui,  e  senza  di  lui  niente è  stato  fatto di tutto ciò che esiste” (Giovanni 1,1-3). Ogni verso è  per il  poeta  un’incisione  col pennino,  non solo sulla  carta ma  sulla pelle,  sul cuore, sulla mente e sull’anima del lettore. Le emozioni,  la vita, lasciano il segno nell’autore  che, a sua volta, le rende eterne tramite il Logos / parola / verso. L’immagine  di  un “tatuatore” può aiutarci a farci un’idea colorata del processo  in atto, ma  l’azione  dello scrivere,  pur se delicata, ha  l’affondo  dello scalpello col martelletto: “Lasciami di te / una  carezza  delicata…/ poetiche  parole / scritte  sull’arpa  dei sogni…”.  (“Lasciami  di  te un’emozione”). Con  “la  visione poetica”  l’autore è  in grado  di capire  che lo stesso processo artistico è quello  tra la creazione e Dio:  “Dacché l’uomo / apparve   sulla terra / guardò al cielo, / un grande libro / che lesse tutto d’un fiato…” (“Ecco il libro del cielo”). Dunque un Dio poeta e artista: “Luna… / Scolpita nei cieli come opera d’arte…/ trasmetti intense emozioni”. (“Il mio canto alla luna”). Con questa premessa, si  può capire come Sergio trovi nello stile del maestro Ungaretti, quello più consono alla sua arte. Versi di poche parole, proprio perché il “logos” conta ed è già in sé la potenzialità, il seme della fecondità spirituale. Una concezione che ha riscontro anche nella forma. Pensiamo a una incisione latina su un marmo! Ha senso anche lo spazio vuoto. Nell’opera di Sergio lo spazio è il silenzio che precede l’emozione, il foglio bianco su cui far scorrere il pennino: “Vorrei camminare / nel silenzio / e sul silenzio / delle tue emozioni, / certo / che mi sentirai / quando  le  parole / raggiungeranno / l’ultimo approdo… (“Nel silenzio, l’emozione”). La vita  è l’opera d’arte  che  Dio  c’ha  donato,  come  compositore: “La vita è un dono…/ è il pentagramma/dell’amore…”. (“L’impegno della vita”).  Il poeta  nel  suo  percorso  spirituale riesce a sentire la creazione e la propria esperienza personale come un tutt’uno. Un antico borgo, allora, può essere sia il vecchio borgo dell’infanzia dell’autore, sia un vecchio paese come “creazione divina”, provoca la stessa emozione nel poeta, come se davvero fosse il suo paesino natio: “E’ bello / camminare / tra l’antico borgo / innevato / aggrappato alla collina…/ quando il bagliore / della coltre / illumina la sera / e la poesia / fa toccare / l’impalpabile”. (“L’antico borgo innevato”). Preparando lo spazio dentro di noi, possiamo ora leggere le poesie di Sergio, facendo attenzione a ogni logos. Il poeta, come ha saputo vergare le pagine dei suoi versi, saprà scrivere nelle pagine della nostra vita: “Quanto è complessa / la pagina della vita…/ la leggi la rileggi / la mediti la correggi / la riscrivi…/ ne scegli una intonsa / riprendi a vergare / la penna d’improvviso / scorre veloce…”. (“La pagina della vita”).

 

Antonietta Vaglio dottoressa in Scienze della Politica
E’ nata a Galatina (LE) il 18 novembre 1984. Laureata in “Scienza della Politica” presso l’Università del Salento. E’ stata collaboratrice di redazione di Myboxtv, webtv di Galatone. E’ molto attiva sul territorio con iniziative rivolte a minori, con particolare attenzione alle situazioni di disagio economico, sociale e culturale. E’ collaboratrice della Caritas Diocesi Nardò-Gallipoli, nell’area “Mondialità e Pace” che si occupa di sensibilizzazione sui temi di pace, solidarietà e mondialità. Ricopre la carica di segretario nell’Associazione VerbumlandiArt.

 

 

Giancarlo Danieli graphic designer Mariano Comunicazione
E’ nato a Gallipoli (LE) il 21 ottobre 1986. E’ stato collaboratore di redazione di Myboxtv, webtv di Galatone. Ricopre la carica di segretario presso l’AIO (Associazione Italiana Odontoiatri) sezione di Lecce. E’ titolare dell’agenzia grafica Mariano Comunicazione con sede a Galatone (Le). Ricopre la carica di consigliere nell’Associazione VerbumlandiArt.