di Francesco Lenoci

Fatt u’ segne d’a crosce e durm (Fatti il segno della croce e dormi)!

Martino Lenoci

Erano le parole che papà rivolgeva a me e mia sorella bambini.

Una frase scolpita nella mia mente, nel mio cuore, nella mia anima.

Una frase che io, oltre 50 anni dopo, ho detto a lui, tra le 2 e 4 e mezza della notte del 10 aprile 2022, la notte della domenica delle Palme.

Eravamo nella camera da letto della nostra casa a Martina Franca. Dietro mio padre: mia sorella, la statua dell’Addolorata di zia monaca, il quadro di Padre Pio a filet fatto da mamma.

Stanotte ho dormito in quella stanza….da solo….papà ha dormito nella sala….dietro di lui una meravigliosa immagine illuminata di Padre Pio.

È la prima immagine che ho visto stamattina al risveglio……Papà vestito con l’abito della festa….il vestito che indossò al matrimonio di sua nipote Marilena….al cospetto di Padre Pio.

Mi è venuto in mente il saluto speciale che Padre Pio rivolgeva a una persona speciale: “Gesù regni sempre più sovrano nel tuo cuore”.

Ed eccoci qui nella chiesa di Cristo Re…..la chiesa che mi ha visto chierichetto.

La domenica delle Palme servivo tante messe: la prima alle 5,00 alle suore stimmatine, la seconda alle 7,30 qui, la terza alle 10,30 alla clinica motolese, la quarta alle 18,30 di nuovo qui.

La domenica delle Palme….la domenica della festa, della gioia.

Dopo Padre Pio, mi viene in mente il pensiero di un altro grande discepolo ideale di San Francesco d’Assisi, di un altro grande innamorato di Maria: don Tonino Bello. Lui ha parlato di gioia sempre, anche in occasioni come questa. Vi leggo le sue parole.

Ci troviamo qui,

di buon mattino,

per celebrare la festa

dei nostri morti,

e per celebrarla anche con gioia….

Siamo abituati a un’iconografia

un po’ mesta, malinconica,

della morte…

La morte bisognerebbe

vestirla diversamente,

anche nelle nostre immagini.

Bisognerebbe darle

il volto della primavera,

il mantello degli autunni floridi

delle nostre campagne.

Bisognerebbe darle

la tenerezza della madre,

si perché poi,

se crediamo, così è:

é la morte

che ci partorisce alla vita,

è la morte

che è gravida di tutti noi.

Ma noi ancora

non siamo abituati a questo,

anche perché ogni volta che

questo avvenimento doloroso

tocca la nostra famiglia,

la nostra esistenza,

ci sentiamo il cuore macerato.

È logico che sia così;

però un credente deve

anche saper superare

questo sentimento di disfatta,

questa sensazione di tragedia.

e deve leggere

nella risurrezione di Gesù Cristo

il paradigma, l’esempio

della sua risurrezione.

Ecco perché noi, oggi,

celebriamo la festa dei morti.

Ed è bello!

Grazie, grazie di cuore.

Di verbumlandiart

L’associazione VERBUMLANDIART ha sede legale in Via Raffaele Vaglio, 15 - 73044 a GALATONE in Prov. di Lecce, è nata dalla volontà della sig.ra REGINA RESTA, di cui è Presidente- VERBUMLANDIART ha realizzato una rete di iniziative culturali e di interesse attraverso incontri, convegni, rassegne, reading, spettacoli, presentazioni di autori, performans di artisti, cinema, mostre, concorsi e quant’altro abbia la connotazione di iniziative di interesse culturale, si è impegnata a valorizzare il patrimonio storico, culturale e artistico italiano. La cultura, l’arte e l’informazione sono la scelta sicura e strategica del futuro per un Paese sempre più consapevole della propria storia, della propria identità e della capacità di promuovere creatività e innovazione, coinvolgendo attivamente scuole pubbliche e università, che hanno un ruolo fondamentale per far maturare linguaggi e strumenti utili all’accrescimento culturale, per questo l’associazione promuove l’arte in tutte le sue forme, dando spazio ad artisti affermati ed al contempo cerca di scoprire nuovi talenti dando loro la possibilità di crescere, confrontandosi e sottoponendosi alla sincera valutazione di esperti di ogni settore, capaci di dare un giudizio e soprattutto un consiglio per migliorare qualitativamente la propria produzione artistica. Non ha fini di lucro ed ha lo scopo di promuovere attività artistiche e culturali da divulgare sul territorio nazionale e internazionale e permettere l’accesso e la fruizione della conoscenza a tutti. L’associazione può contare sull’apporto di professionisti che mettono a disposizione il loro sapere e talento, che collaborano alle iniziative e che di volta in volta sono interpellati per la loro conoscenza e preparazione. CONSIGLIO DIRETTIVO RESTA Regina – Presidente; PALMERINI Goffredo – Vice Presidente e Responsabile del Settore Comunicazione e Stam pa; PRISCO Anna – Vice Presidente e Responsabile del Settore Prosa ed Editoria; VAGLIO Antonietta – Segretaria; VAGLIO Guido – Tesoriere; AUGIERI Carlo Alberto – Responsabile del Settore Rapporti con le Università e gli Enti; Palazzone Marilisa – Responsabile del Settore Poesia; DANIELI Giancarlo – Responsabile del Settore Comunicazione e Grafica; DOBRILLA Mirjana – Responsabile del Settore Rapporti con gli Stranieri. COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI LENOCI Francesco (Presidente); NISI Livio (Membro effettivo); VAGLIO Valerio (Membro effettivo); DANIELI Irene (Membro supplente); VANTAGGIATO Andrea (Membro supplente). COLLEGIO DEI PROBIVIRI CAMELLINI Sergio; CAMPA Annamaria; INGROSSO Madia.

Un pensiero su “Mio padre”
  1. Grande uomo Suo Padre, Professore! E come si dice dalle parti mie “Du lignu nesci a stidda”! Un abbraccio fraterno e mi sento di essere onorato di averlo incontrato a Martina anche se per oco. Ancora Condoglianze a tutta la sua famiglia. E che suo Padre possa riposare in pace con gli Angeli del Paradiso. Joseph ed Anna Gorgone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *