CLAUDINE –  Donatella Maino

CLAUDINE – Donatella Maino

Claudine

Claudine sente i sintomi cifrati
del calore, ascolta
la fisarmonica, magnificata
dall’acustica spettrale,
sono echi incatenati, dilatati
dall’attesa.

sfila, passo dopo passo,
sul muro di sasso,
è una gatta bianca e nera,
si ferma, si sdraia, emette forte
un richiamo, arruffa il pelo, guarda
il fuoco all’orizzonte,
gli occhi due fessure, odia
il colore della morte delle ore.

Pensa ad una storia lunga come un dolore
pensa a Griso, a Geremia, a Lello,
il cuore ha più stanze di un bordello.

One thought on “CLAUDINE – Donatella Maino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *