Ricevimento di Gala dedicato al 30° Anniversario dell’Indipendenza di Stato della Repubblica dell’Uzbekistan a Roma.

Ricevimento di Gala dedicato al 30° Anniversario dell’Indipendenza di Stato della Repubblica dell’Uzbekistan a Roma.

Ricevimento di Gala dedicato al 30° Anniversario dell’Indipendenza di Stato della Repubblica dell’Uzbekistan a Roma.

Il 15 settembre 2021, l’Ambasciata dell’Uzbekistan a Roma ha organizzato un Ricevimento di Gala in occasione del 30° Anniversario dell’Indipendenza della Repubblica dell’Uzbekistan. 

L’evento si è tenuto in uno dei migliori hotel – “Parco dei Principi” nella capitale d’Italia.

 All’evento hanno partecipato oltre 200 rappresentanti degli ambienti politici, parlamentari, economici, scientifici, educativi e dei media italiani.  Hanno partecipato anche i capi ei rappresentanti di numerose missioni diplomatiche estere e organizzazioni internazionali a Roma (FAO, IFAD, WFP).  Al ricevimento hanno partecipato inoltre, la delegazione dell’Alleanza Greco-Eurasiatica, oltre ad ospiti provenienti dal Regno Unito e dalla Francia.

L’evento ha avuto una grande rilevanza per la  cultura che ora più che mai ha il valore di  “motore” di crescita e di progresso non soltanto economico e tecnologico, ma anche sociale e culturale; nell’ambito della serata, che ha visto illustri protagonisti del mondo dell’arte, della musica e della cultura, nazionale ed estera, si è messo in evidenza proprio questo aspetto fondamentale   di una cultura innovativa capace di supportare questo straordinario momento di cambiamento economico e sociale.

È l’economia interconnessa della conoscenza e della condivisione tra paesi diversi a richiedere, sotto questo aspetto, un salto di qualità un cambiamento di paradigma che parte dalla condivisione delle Culture per crescere e promuovere nuovi stili di vita per la pace, la giustizia e la tutela ambientale.

Questo passaggio dal capitalismo industriale a quello culturale è stato ben dimostrato in questa bellissima serata conviviale ma soprattutto di scambi culturali

 Il ricevimento di gala è stato aperto con l’esecuzione degli inni nazionali dell’Uzbekistan e dell’Italia.  L’inno nazionale dell’Uzbekistan è stato eseguito dal vivo in uzbeko dalla cantante lirica italiana Sara Pastore e l’inno d’Italia è stato eseguito in italiano dall’artista popolare uzbeko Zhenisbek Piyazov.

Otabek Akbarov

L’Ambasciatore dell’Uzbekistan in Italia Otabek Akbarov nel suo discorso di benvenuto ha evidenziato una breve panoramica dei rapporti con l’Italia, non solo di carattere economico ma anche di un nuovo livello di legami culturali ed educativi.

In questo contesto culturale ed educativo si inseriscono le attività dell’artista Aida Abdullaeva, che con la foto ufficiale con alcuni dei soci fondatori ha dato pubblicamente la notizia della nascita della sua Associazione Internazionale “AngeliAps” che da alcuni anni insieme all’Associazione Internazionale VerbumlandiArt-Aps con la Presidente Regina Resta, svolgono attività culturali per valorizzare i telenti di entrambi i Paesi di origine: l’Uzbekistan e l’Italia (nella foto da sinistra: Lorenza Altamore, Eleonora Altamore, Mauro Branda, Aida Abdullaeva, Regina Resta, Melissa Mill).

 Ospite d’onore dell’evento è stato il Sottosegretario di Stato del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Manlio Di Stefano.  Nel suo saluto ha sottolineato l’intenso sviluppo delle relazioni bilaterali tra Italia e Uzbekistan negli ambiti politico, commerciale-economico, degli investimenti e dell’istruzione.

 Il Segretario di Stato ha espresso pieno sostegno alle aspirazioni dell’Uzbekistan all’integrazione con le istituzioni internazionali e regionali, in particolare nel processo di adesione all’Organizzazione mondiale del commercio e alla firma dell’Accordo sul partenariato e sulla cooperazione rafforzati con l’Unione europea.

La presentatrice del Ricevimento di Gala, una giovane attrice, ballerina e modella italiana Melissa Caldari ha letto la poesia lirica “Happy Anniversary, Uzbekistan!”  scritto dalla poetessa italiana Regina Resta.

 Nell’ambito dell’evento, sono stati organizzati gli stand di presentazione e i tavoli tematici, dove sono stati presentati gli abiti nazionali, i tessuti e l’artigianato dell’Uzbekistan,

lo zafferano prodotto dall’azienda uzbeka “BMB Trade Group” insieme all’azienda italiana “Fin Opera”, profumeria di marca dell’azienda uzbeka “Begim”, nonché le mostre del Festival della cultura italo-uzbeka di Aida Abdullaeva

e il marchio della stilista Eleonora Altamore e le sculture dell’artista Lorenza Altamore

 Ai partecipanti è stato presentato un ricco programma di concerti di canti e danze nazionali uzbeki, opere d’arte classica, nonché musica pop moderna uzbeka e italiana eseguita dal gruppo “Istiqlol” (Indipendenza) e dall’artista popolare dell’Uzbekistan Zhenisbel Piyazov. 

Zhenisbel Piyazov. 

Canzoni d’opera famose sono state eseguite anche dal tenore italiano Fabio Andreotti che ha premiato per le sue attività culturali Aida Abdullaeva.

 Tra gli ospiti erano presenti anche la giornalista Gisella Peana, la prof.ssa Marilisa Palazzone con la Presidente di VerbumlandiArt, Regina Resta.

Agli ospiti è stata offerta e gustata una vasta gamma di piatti della cucina nazionale uzbeka (plov, samsa, parmuda, dulma, chak-chak, halva, ecc.).

Le fotografie sono state gentilmente fornite da Roberta Nardi, Carlo Piersanti, Valerioi Faccini e Daniele Cama.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *